La cioccolata calda: un ingrediente della felicità, e non solo

la-cioccolata-calda-un-ingrediente-della-felicità-e-non-solo

La bella stagione sta per arrivare, ma una cioccolata calda è ideale per cominciare a riscaldare l’aria. La cioccolata calda è l’ideale per queste giornate, ancora un po’ fresche.

Da dove nasce la cioccolata calda?

Le origini della cioccolata calda sono antichissime, addirittura si parla del periodo dei Maya. Già 2000 anni fa, infatti, la popolazione Maya faceva un miscuglio di cacao, peperoncino, farina di mais e acqua, servita fredda.

Nel 1400 d.c. gli Aztechi utilizzavano la cioccolata, leggermente più amara, per fini terapeutici. Alcuni dicono che questo popolo utilizzava la “bevanda degli dei” per acquistare le schiave.

La cioccolata calda arriva in Europa dopo la scoperta del Nuovo Continente: fin da subito ha un successo clamoroso, grazie alla sua unione con lo zucchero.

Gli studiosi, oggi, descrivono gli effetti benefici di questa bevanda.

Gli effetti benefici della cioccolata calda

Il cioccolato fondente ha una supremazia su tutti gli altri cioccolati, assolutamente più naturale e meno elaborato.

La cioccolata calda, in generale, ha degli effetti benefici sul cuore, il cervello e la salute delle arterie e dei vasi sanguigni. Se assunto regolarmente rappresenta un ottimo alleato contro la demenza senile, perché aumenta le capacità mnemoniche e limita i danni, dati dall’avanzare dell’età.

Per beneficiare delle sue proprietà, gli esperti consigliano almeno una tazza al giorno di cioccolato fondente, ideale per assimilare tutte le componenti.