I distributori come mezzi principali di snack e bevande: il caffè è vincitore

14FATTO

fonte : http://it.blastingnews.com/curiosita/2017/10/i-distributori-come-mezzi-principali-di-snack-e-bevande-il-caffe-e-vincitore-002122113.html

 

Uno studio Confida-Accenture ha rivelato che l’Italia conta distributori automatici più degli altri paesi europei – poco più di 805 mila #macchinette automatiche – e che vengono utilizzate su vasta scala. In particolare, il caffè è la principale bevanda che viene “comperata” dai distributori meccanici per circa 2,7 miliardi di consumazioni su un complessivo di quasi undici miliardi circa – senza contare il metodo delle cialde che si sta largamente diffondendo.

Perché questo aumento?

La tecnologia del self-service sicuramente ha incentivato il consumo di bevande e snack prelevati dalle macchinette, anche mediante l’uso di accorgimenti che spingono le persone a trovarle semplici ed al tempo stesso al passo con i tempi nel loro funzionamento: basti pensare a schermi touch o a sistemi di pagamento innovativi.

Ma c’è anche da dire che questo tipo di distribuzione avviene per lo più in ambienti ad alta concentrazione di persone: scuole, università, aziende, industrie, ospedali e altri ambienti, prevalentemente destinati allo svago – come centri commerciali e biblioteche – senza contare i luoghi di passaggio come le stazioni e gli aeroporti. Inoltre, questi prodotti sono anche più economici rispetto alla loro vendita in altri posti – proprio sul caffè, ad esempio, si risparmiano anche cinquanta centesimi a testa.

Questo, anche, crea un effetto attraente, oltre che ad un acquisto molto più immediato.

I fornitori sono prevalentemente piccole imprese – circa tremila – che hanno puntato tutto su questo tipo di commercio, riuscendo a incrementare le loro vendite e a costruirsi delle piccole fortune. Spesso sono i fornitori stessi delle intere macchine da cui poi vendono i loro prodotti.

Il caffè

Oltre ad essere una bevanda molto amata qui in Italia, ha anche delle proprietà che di certo servono a moltissimi individui, delle età più disparate, e che si adattano perfettamente alle esigenze che ciascuno di noi incontra nella propria vita. Il caffè infatti oltre al fatto che contiene caffeina – e che questa stimola l’attività cardiaca e quella nervosa – favorisce la digestione, stimola la trasformazione dei grassi in energia utilizzabile dall’organismo e crea una condizione tale da ritardare la sensazione dello stomaco vuoto.

Seguono altri tipi di bevanda soprattutto quelle zuccherate, e fra gli snack spicca la frutta, sia fresca che secca. L’acqua rappresenta invece un consumo minimo, e non ha una percentuale significativa.