Cosa si nasconde dentro un distributore automatico?

cosa-si-nasconde-dentro-un-distributore-automatico

Il dubbio resta… Un caffè al bar o al distributore automatico?

Per eccellenza il caffè sembra essere migliore al bar; i caffè dei distributori sono associati a caffè acquosi, bruciati, e con poco sapore.

Non ci sono dubbi: il bar è la soluzione giusta per un imprenditore

Insomma non ci sarebbero dubbi per un imprenditore se installare un distributore o aprire un bar: sembra che il bar possa dare tutto quello che serve, con la qualità ricercata per i propri dipendenti.

Ma se noi aprissimo le porte del nostro distributore automatico? Ciò che non si conosce, spaventa.

Abbiamo già elencato, infatti, i benefici di un distributore automatico in un luogo di lavoro.

Cosa si nasconde dentro un distributore automatico

Ora non ci resta che svelarvi i meccanismi di come si produce il caffè nel distributore.

All’interno del distributore troviamo una caldaia con acqua bollente fino a 100°. Allo schiacciare del pulsante, una piccola quantità di acqua viene prelevata dal serbatoio o rete idrica che si riscalda, passando attraverso una serpentina posta all’interno della caldaia.

Dopo qualche secondo di preinfusione, la pompa elettrica forza l’acqua, attraverso la camera di infusione contenente il caffè, estraendo in maniera molto energica le sostanze e i profumi del caffè.

cosa-si-nasconde-dentro-un-distributore-automatico

La maggior parte delle aziende di distributori automatici dichiara di utilizzare 7 grammi di caffè, al confronto dei 4 grammi del bar.

Ecco, forse è una questione di preconcetti, di non conoscere le cose, di vedere qualcosa di chiuso e non sapere come funziona, o cosa succede al suo interno. Conoscere il distributore automatico, lo rende meno ostile, meno sconosciuto, un piacevole diversivo alle lunghe giornate di lavoro.